Come si fa la consacrazione di un mazzo di Tarocchi?

Partiamo da alcune considerazioni di base. La consacrazione di un mazzo di Tarocchi è un atto magico rituale e, come in tutte le operazioni magiche, l'elemento fondamentale è la consapevolezza e la volontà dell'operatore.

Il rituale non è che un mezzo per esprimere simbolicamente un'intenzione magica, ovvero la volontà di ottenere un certo risultato.

Per avere effetto un rituale deve avere un significato per te. Devi conoscere il significato di ogni gesto che esegui e di ogni parola che pronunci. 

In altre parole, se esegui un rituale senza capire il senso profondo dei simboli che contiene difficilmente esso sarà efficace.

Per questo motivo non voglio darti un rituale preconfezionato, ma alcune chiavi sul significato profondo di questa operazione magica e su come sia possibile eseguirla.


Cosa vuol dire "consacrazione"?

Prima di tutto ragioniamo sul significato della parola "consacrazione". Un buon punto di partenza, come sempre, è la sua etimologia. Il verbo "consacrare" deriva dal latino "cum" e "sacrare", da "sacer", "sacro": nell'insieme il senso è "rendere sacro".

Il Vocabolario della lingua italiana Zingarelli dà una versione leggermente diversa dell'etimologia del termine. La parola latina consacrare deriverebbe da "cum" (con) e "sacrare" (dedicare).

Molto interessante è anche l'origine della parola "sacro" suggerita dal Vocabolario Etimologico di Pianigiani. Essa deriverebbe "da una radice indo-europea SAC-, SAK-, SAG- attaccare, aderire, avvincere: onde ne verrebbe il senso di cosa avvinta alla divinità."

Arriviamo così a una definizione di consacrazione per noi rilevante: consacrazione significa rendere sacro qualcosa (una persona, un oggetto, un'azione) attraverso un atto di dedica.

Due conseguenze di questa dedica:

  1. si crea un legame tra il mazzo e ciò a cui l'hai consacrato.
  2. si crea una separazione tra il mazzo e tutto ciò che differisce da ciò a cui l'hai consacrato.


L'obiettivo del rituale di consacrazione

Quindi l'Intenzione magica del rituale di consacrazione dei Tarocchi è dedicare il mazzo a un principio spirituale e, in questo modo, renderlo sacro.

Un oggetto sacro è anche un oggetto separato, nel senso che il suo utilizzo non è più quello comune, ma ha un utilizzo speciale che dipende dal tipo di consacrazione ricevuta. Ad esempio, un mazzo di Tarocchi che viene consacrato alla Conoscenza non dovrà essere usato per altri scopi, come la curiosità. Se invece dedichi il mazzo all'Aiuto verso gli altri, non dovrai usarlo semplicemente per soddisfare i  tuoi bisogni e le tue esigenze.

Per capire meglio questo concetto pensa al matrimonio, che è un consacrarsi al tuo amato. Ci si dedica a lui, si rafforza un legame e al contempo ci si separa in maniera ancora più netta (almeno dal punto di vista dell'intimità fisica) dalle altre persone.

Il rituale di consacrazione non va confuso col rituale di purificazione, il cui obiettivo è togliere le energie negative da un mazzo di Tarocchi esistente.


Istruzioni pratiche per la consacrazione

1. Inizia da questa domanda: a chi o cosa voglio consacrare il mio mazzo di Tarocchi? Con chi o cosa voglio creare un legame?

Riflettici a lungo. Ti consiglio di meditare alcuni giorni su questa domanda.

Puoi dedicare il mazzo di Tarocchi a:

  • un'entità o principio spirituale. Ad esempio Dio, la Dea, ma anche una divinità specifica con cui ti senti in relazione, oppure un santo, un angelo, un Deva, un Maestro.
  • l'obiettivo per cui utilizzerai i Tarocchi. Ad esempio, aiutare gli altri, conoscere te stesso, sviluppare l'amore, ecc. In questo caso ti consiglio di utilizzare la parola che esprime il concetto chiave legato al tuo obiettivo. Ad esempio, potresti voler  dedicare il mazzo di Tarocchi alla Conoscenza (Amore, Guarigione, Aiuto, Luce, Ricerca, Saggezza, e così via).


Puoi anche combinare le cose in vari modi. Ad esempio:

-voglio dedicare questi Tarocchi alla Conoscenza, alla Verità e all'Amore.

-voglio dedicare questo mazzo a Dio, alla Luce e alla Guarigione.

Tieni presente, tuttavia, che una consacrazione "mista" può diluirne l'effetto. 


2. Scrivi una frase che esprime la tua Intenzione Magica.

Ecco alcuni esempi.

"La mia Intenzione è dedicare questo mazzo di Tarocchi:

  • alla Luce
  • all'aiutare gli altri
  • a Dio
  • alla Dea
  • alla Conoscenza
  • alla Saggezza
  • all'Amore
  • al Progresso Spirituale

Puoi anche creare un' Intenzione di questo tipo:

"La mia Intenzione è dedicare questo mazzo di Tarocchi alla Dea, e col suo aiuto portare Luce e Conoscenza a me stesso e agli altri."


3. Scegli un momento che per te è speciale, significativo.

Ad esempio potresti prendere il primo giorno di primavera, d'estate, ecc. Oppure una notte di luna piena o il primo giorno di luna crescente.

Potresti scegliere il tuo compleanno o il tuo onomastico, oppure un preciso giorno della settimana in base all'Intenzione che hai formulato: ad esempio il venerdì, giorno di Venere, se vuoi consacrare il mazzo all'Amore Universale o mercoledì, giorno di Mercurio, se dedicherai il mazzo alla Conoscenza.


4. Scegli alcuni oggetti simbolici che rappresentano le qualità che vorresti avere quando userai i Tarocchi.

Esempi:

  • sasso: la solidità di accettare qualsiasi responso senza tremare.
  • coppa: la capacità di accogliere la saggezza dei Tarocchi, così come la coppa accoglie il liquido.
  • rametto con foglie: la crescita che si può avere applicando gli insegnamenti dei Tarocchi.
  • specchio: l'onestà nel vederti così come sei, nel bene e nel male.
  • candela accesa: il fare luce sulle situazioni.
  • melograno: la ricchezza delle interpretazioni che bisogna saper dare.
  • orologio: saper chiedere le cose al momento giusto.

Per altre idee, vai alla pagina sul significato dei simboli dei Tarocchi.


5. Esegui il rituale.

  • il giorno che hai deciso,
  • disponi su un tavolo gli oggetti simbolici scelti e il mazzo di Tarocchi da consacrare,
  • afferma ad alta voce la tua Intenzione Magica,
  • prendi in mano ogni oggetto simbolico chiedendo che ti trasmetta la relativa qualità,
  • termina ringraziando il principio spirituale a cui hai dedicato il mazzo.


Come puoi vedere, questo rituale è molto semplice. Possibile che funzioni? C'è un segreto dietro. 


Il vero rituale di consacrazione

Come accennavo all'inizio, in questo articolo non ti dò un rituale "prefabbricato", ma alcune indicazioni in base alle quali creare il tuo rituale.

Se lo farai, il vero rituale consisterà nella creazione del rituale stesso. La sua esecuzione finale non sarà che la ciliegina sulla torta, per così dire. 

Dovrai riflettere profondamente e a lungo sui simboli che vuoi impiegare, ricercandone il significato, trovando oggetti simbolici appropriati e così via.

Dovrai dedicare molto tempo ed energia al chiederti il perché di ogni elemento presente nel rituale. Durante questi giorni di preparazione di fatto metterai già in moto delle energie. 

Quando arriverà il giorno della messa in atto ogni parola che pronuncerai avrà un senso per te, perché ci avrai meditato a lungo. Quel giorno semplicemente metterai in scena sul piano fisico qualcosa che avevi già compiuto in precedenza su altri livelli dell'essere.

A quel punto, se la tua Intenzione è sincera, riuscirai a consacrare il tuo mazzo, cioè a renderlo sacro.


Vai da Consacrazione Tarocchi alla pagina delle domande sui Tarocchi

Vai da Consacrazione Tarocchi alla Home Page

Per mazzi e libri sui Tarocchi clicca qui

Libri per la mente e l'anima


Iscriviti alla Newsletter Tarocchi per Crescere