Simbolo Angelo

L'Angelo come simbolo è presente nei Tarocchi Rider Waite nella carta Gli Amanti, nella Ruota della Fortuna, nel Giudizio e nella Regina di Spade

Il simbolo dell'Angelo negli Amanti
Il simbolo dell'Angelo nella Ruota della Fortuna
Il simbolo dell'Angelo nel Giudizio
Il simbolo dell'Angelo nella Regina di Spade

Puoi cliccare sulle immagini per vedere le carte in cui si trova il simbolo dell'Angelo. (si apre in una nuova finestra) 


Significato

La parola angelo deriva dal latino angelum, 'messaggero', a sua volta derivato dal greco ἄγγελος, con lo stesso significato. È interessante notare che nell'antica Grecia il termine ánghelos era adoperato per riferirsi a Hermes (Mercurio nella mitologia romana), il messaggero degli dei e protettore dei viaggiatori.

L'etimologia di una parola è sempre un buon punto di partenza per decifrarne il significato profondo. Ricordo un mio insegnante (nell'ambito della Tradizione Esoterica) che diceva infatti che il dizionario, e in particolare il dizionario etimologico, è il libro magico più potente. I nomi racchiudono Potere.

Dall'alto al basso

L'Angelo dunque rappresenta in primo luogo un messaggio che ci arriva dalla dimensione spirituale. Questo messaggio può essere visto e compreso, oppure ignorato: questa è una nostra libera scelta.

Gli Angeli sono esseri spirituali che operano come intermediari tra il regno della coscienza ordinaria e i piani spirituali più alti, a cui non si può avere accesso se non in circostanze straordinarie.

Bisogna capire in che modo gli Angeli si manifestano a noi. Qualche volta essi si manifestano attraverso vere e proprie visioni, altre volte nei sogni, ma più spesso attraverso quelle che noi comunemente chiamiamo intuizioni.

La sensazione che dobbiamo fare qualcosa, l'intuizione repentina e lampante che dobbiamo agire in un certo modo, sono spesso segni di una comunicazione angelica che nasce dai regni spirituali.

In senso più psicologico, ciascuno di noi possiede una parte divina, una saggezza innata che vede la realtà in modo chiaro e sa qual è il giusto corso di azione.

Questa parte divina è saggia e libera dalla paura, tuttavia di solito è sepolta in profondità, nascosta dal bagaglio di negatività e karma accumulato nella mente, nel corpo e nelle emozioni.

In effetti, uno degli obiettivi del lavoro esoterico è proprio quello di riuscire a entrare in contatto col proprio Sé Superiore, la scintilla divina.

Gli Angeli rappresentano le intuizioni, pensieri e immagini che il Dio in noi, il Sé Superiore, utilizza per comunicare con la nostra consapevolezza ordinaria.

Questi messaggi non sono mai ingiunzioni, divieti, o ancora peggio, giudizi su di noi. La voce degli angeli è dolce, serena, perché nasce dall'amore e non dalla paura. Consiglia ma non impone. Suggerisce ma non obbliga. Lascia liberi di accettare o no il messaggio.

Quindi, in sintesi, l'Angelo come messaggero rappresenta un'energia, indicazione, consiglio, intuizione che proviene dal Regno Spirituale: spesso è una Chiamata, un invito a incarnare lo Scopo della nostra vita, come nella carta del Giudizio.

Dal basso all'alto

L'Angelo rappresenta però anche la sublimazione, o spiritualizzazione, della materia.

Come ho scritto sopra, l'Angelo come messaggero rappresenta, per così dire, un influsso "dall'alto al basso", ovvero dai piani spirituali al piano materiale, e dalla coscienza spirituale alla coscienza ordinaria.

Al contrario, l'Angelo come 'agente di elevazione' rappresenta il movimento dal basso all'alto, dal piano materiale ai piani spirituali, e dalla consapevolezza quotidiana alla consapevolezza ultraterrena.

Anche in questo senso l'Angelo è un tramite, ma la direzione del movimento è opposta (ricordo però che 'alto', 'basso', ecc. sono solo metafore, il meglio che si può fare per tentare di descrivere in parole qualcosa di inesprimibile col linguaggio ordinario).

Quindi, ad esempio, l'Angelo che compare nella carta Gli Amanti indica la possibilità di incanalare la propria energia sessuale e affettiva verso una dimensione spirituale. Sia la sessualità che l'affettività, infatti, se sono vissute in maniera sacra possono portare all'esperienza di stati di trascendenza e unione col Divino.

Tutti noi sappiamo che le relazioni di coppia e la vita sessuale possono essere dei cancelli per il Paradiso o per l'Inferno. L'Angelo nella carta degli Amanti invita a portare 'verso l'alto' queste energie primordiali.

Il simbolo dell'Angelo è presente anche nella Regina di Spade. L'attributo principale della Regina di Spade è la sua mente aguzza, affilata come la lama che brandisce nella mano destra.

La mente razionale, senza la saggezza profonda che viene dallo Spirito, è come un'arma che può ferire, tagliare, sminuzzare, ma che non riesce a mettere insieme, unire, sintetizzare, armonizzare.

Pensare troppo può portare all'autodistruzione. Questo accade quando si analizza sé stessi e gli altri in maniera eccessiva, usando solo la logica e trascurando le sensazioni del corpo, le emozioni e l'intuizione.

L'Angelo presente nel trono della Regina di Spade indica invece che lo Spirito è il fondamento su cui si basa la sua mente affilata. Grazie alle sue ali, la ragione può spiccare il volo e porsi al servizio del Divino. 

Parole chiave

-Messaggi

-Comunicazione

-Consapevolezza spirituale

-Intervento divino

-Aspirazione ideale

-Sublimazione

Torna da Simbolo Angelo a Home Page

Per mazzi e libri sui Tarocchi clicca qui

Libri per la mente e l'anima


Iscriviti alla Newsletter Tarocchi per Crescere